Aiuto! Sono caduta in trappola!

I manipolatori

Ci lusingano, ci ammaliano, sembrano quasi la nostra copia ma, un giorno, ti svegli e dici: “cosa diamine è successo?”

Il più delle volte non ce ne rendiamo neanche conto ma, in men che non si dica ci ritroviamo a vivere in una condizione di disagio non indifferente, ed a chiederci “ma come caspita ho fatto a trovarmi in questa situazione?” ed il nostro modo d’essere: la disponibilità, l’amicizia, il fare sempre i buoni, di certo non ci aiuta poiché è linfa vitale per il loro ego!

Di chi sto parlando? dei manipolatori.

Ma veniamo a noi! Documentandomi sull’argomento ho notato che tutti gli articoli letti, convogliavano ad un unica caratteristica ben precisa: il narcisismo.

In questo momento, magari, voi state leggendo questo post senza neanche prestargli troppa importanza!

Vi starete dicendo “ma va là! Io non ci casco!

No, vasco… no, vasco… !

(citazione che mi riporta a ricordare Lorenzo Jovanotti quando era il Jova)

Il vostro cervello, però, lo archivierà come “non si sa mai” ma, un giorno, vi sveglierete e davanti ai vostri occhi apparirà tutto più chiaro: vedrete tutto quello che vi sto per dire, tutti i comportamenti, i messaggi, le affermazioni ed i profili social delle persone che conoscete, che secondo voi hanno queste caratteristiche o, per lo meno, a me è successo così!

Il primo pensiero sarà “oh caz**!”

Non preoccupatevi, perché iniziando a riflettere più attentamente, sarà la vostra esperienza con loro che vi farà capire chi effettivamente ha questo comportamento e chi no! Quindi, fate affidamento sulle vostre sensazioni, le vostre esperienze, e fatele combaciare con i profili delle persone a cui state pensando.

Il navigar m’è dolce in questo mare

Giacomo Leopardi

Una cosa che sa fare benissimo è sguazzare nelle bugie, nelle mezze verità, nel far intendere una cosa per un altra, nel non parlare chiaramente. Quando li “smascherate” o capite che le cose non sono esattamente come fanno intendere loro, ti diranno che: non è colpa loro (è sempre di X o Y), che loro non sapevano ecc. Sono molto elusivi su tutto ciò che riguarda loro: pensieri, opinioni o azioni; ti raccontano un nonsense (nel gergo popolare: supercazzola) che alla fine, quando ci ripensi dici “ma non mi ha detto niente!” e magari, nel loro modo di fare riescono anche a farti sentire in colpa, perché hai frainteso (ah! bravissimi anche in questo!) perché non gli hai dato fiducia, perché tu…!

La conoscenza è potere

Francesco Bacone

Le loro armi. Una volta che sono riusciti a carpire ogni vostro segreto, e ci riescono molto bene, giocano con le vostre emozioni: utilizzano tutto ciò che gli può tornare utile al loro scopo. Sensi di colpa, elogio, favori, il tutto per farvi cadere nella loro ragnatela, non è un complimento tipo: “che bella gonna!” ma più sottile: “ma lo hai fatto tu?” oppure “sei bravissima!” o “non so come hai fatto, sei stata veramente brava!”.

Non pensiate che chiunque vi faccia un complimento vi voglia manipolare! Come ho già detto, molto fa la vostra esperienza! Ad ogni modo, voi pensate che la persona vi stia facendo un bel complimento e lui/lei, invece: “ecco la mosca che cade nella mia ragnatela!”.

Ricapitolando, le loro armi sono: tutto ciò che gli raccontiamo, le lusinghe e le promesse…per poi arrivare al ricatto.

Bisogna fare attenzione perché riescono a promettervi (non necessariamente utilizzando questa parola) ciò che voi desiderate: l’amicizia, l’amore, il successo… tutto. Tramite la loro amicizia, s’infilano nei vostri pensieri e ne prendono il possesso. Essendo un ottimo amico (o chiunque sia per voi) se gli chiedete un favore è disponibile ma… quel “si” è trascinato, forzato, quasi scocciato!

Delle sfumature che si notano solo quando la nostra predisposizione cambia e le notiamo di più.

In queste righe vi ho descritto le cose che so, apprendendole sulla mia pelle! Quanto più sono vicine a noi, queste persone, quanto più ci farà male la consapevolezza di tutto ciò per questo, la strada miglio da intraprendere è sempre quella dello specialista: è l’unico che può realmente aiutarci.

Se volete scoprire di più sull’argomento, vi condivido alcuni articoli qui:

Libri sull’argomento

Spero per voi che non vi siete ritrovati nelle sabbie mobili in cui vi affoga questa persona ma, se così non fosse il mio suggerimento è quello di parlare con uno specialista che vi aiuti a comprendere se effettivamente siete il carnefice o la vittima e, come fare per uscirne.

Se ritenete particolarmente utile questo post, vi invito a condividerlo con chi ritenete opportuno ed a commentare con un vostro parere! Se non lo avete ancora fatto, vi invito ad iscrivervi alla mailing list, che riceverete una volta al mese.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.